Mercatini e allestimenti

Vicoli di… Cozzile 9 e 10 dicembre 2017

Finalmente è ufficiale! Partecipo a “Vicoli di…” a Cozzile (Montecatini Terme, Pistoia) il 9 e 10 dicembre.
Sarà un fine settimana all’insegna della creatività, con tanti stand super belli!
Vi aspetto con tante novità.

Natale al Poggio 2017

Buongiorno, messaggio per tutte le amiche e amici, clienti, e appassionate di artigianato ben fatto, per tutti coloro che vogliono vedere dal vivo i miei dolci 100% non commestibili by ecletticabetty, e perché no, comperare un regalo di Natale, reggetevi forte:
il 18 e il 19 novembre non prendete impegni… anzi, prendetene uno bello grosso ma bellissimo, venite in quel meraviglioso Borgo di Casole d’Elsa (Siena) al mercato di creative d’eccellenza Natale al Poggio 2017.
Potrete passare una giornata piacevole o addirittura un fine settimana tra meravigliose terre toscane, ed ammirare anche “piccole e meravigliose opere d’arte”.
Sono entusiasta e felice!
Vi aspetto!

In diversi città italiane si stanno organizzando pulman per poter partecipare a questo evento unico nel suo genere.
Seguite la pagina facebook dell’evento!

Ecco il mio stand…

Il mio stand al Florence Creativity

Diciamocelo, il mio stand al Florence Creativity è piaciuto… e non è stato tutto merito mio,

Devo ancora riposarmi un po’ dopo la maratona di quest’ultima settimana, ma voglio ringraziare di cuore tutti coloro che mi hanno sostenuta in questa avventura.
Grazie a chi è passato dallo stand del Florence Creativity.
Grazie anche a chi non è passato ma c’era con il cuore.
Grazie a chi è partito da Brescia pur di esserci.
Grazie a chi ha fatto un piccolo o grande acquisto.
Grazie a chi è passato per un saluto, un abbraccio o una foto.
Grazie a tutti quegli sguardi sconosciuti che sono venuti ad assaporare le mie piccole grandi meraviglie.
Grazie a chi si è accorto del profumo di dolci anche se finti, ha chi ha notato i dettagli e gli sforzi di aver creato un piccolo angolo magico, fatto di colore, anima vintage e tanto impegno.
Grazie a tutti gli apprezzamenti.
Grazie a tutti. Grazie alla mia bambina Camilla, a mio marito,  a mia mamma e a Teresa.
E non importa qual è stato il finale, ma tutto quello che ho fatto e mi ha portato là insieme voi.

14628686920831462868596500146286855421314628684920421462868455861

9/10/11 Mercatino a Peccioli…e gli Stiaccioli?!

Il 9/10/11 (data curiosa), io e Michela abbiamo partecipato al Mercatino dell’Aritigianato a Peccioli, in provincia di Pisa, in occasione della Festa del Vino.
Peccioli è un paese molto carino.Una piazza splendida, delle bellissimi Enoteche, e tanta gente in festa riversata per le stradine e incuriosita dalla presenza dei banchetti.
Io e Michela anche in questa occasione, non ci siamo fatte mancare niente. Dopo aver allestito in modo del tutto nuovo il banchetto, abbiamo gustato una divina bruschetta alla salsiccia, delle polpette di carne e patate… e naturalmente, visto il freddo, abbiamo assaporato del vino locale e delle Caldarroste. Tutto veramente ottimo.

Ora, a voi le foto:

314635_2507730169718_1146965248_3096792_2127606257_n 313112_2507725489601_1146965248_3096779_1595448995_n

313860_2507726729632_1146965248_3096783_2117671565_n 310741_2507726449625_1146965248_3096782_1005952998_n

E adesso le Creazioni di Michela dove possiamo ammirare le nuove creazioni in Cernit, tutte fatte a mano, da utilizzare come segnaposto o bomboniera: “Gli animaletti della Tribù”:
300864_2507727129642_1146965248_3096785_1242753004_n 294587_2507728369673_1146965248_3096788_324930412_n

Tutte le mie creazioni sono in vendita. Tengo a precisare che si tratta di piccole creazioni artigianali, create con le mie mani…e tutti pezzi unici e irripetibili!
Oltre ai Bijoux, realizzo personalmente anche tutti gli Espositori che avete potuto ammirare nelle foto sopra.
Se desideri delle informazioni contattami alla mia mail [email protected]

Altro che “di ritorno da una crociera Costa”

mercatino delle carabattole 1

Il Mercatino delle Carabattole a Lucca del 1 Maggio è stato un vero successo, lo ammetto.

Preparativi che durano da mesi, gioia ed entusiasmo per questa nuova esperienza che non doveva essere solo una semplice  vendita di prodotti fatti  con le nostre mani, ma un modo come un altro per condividere qualcosa con la mia amica Michela e per dare libero sfogo alla fantasia e alla manualità.

Abbiamo trascorso una giornata iniziata all’alba, in armonia e divertimento. Le risate hanno alleggerito la nostra anima e i nostri pensieri. Il venduto non è stato molto, anche perchè questo mercatino è stato frequentato soprattutto da passionisti dell’usato, e noi avevamo esposto in prevalenza prodotti artigianali e nuovi. Ma l’importante era divertirsi!

Quando siamo partite, e dopo aver spuntato una lista chilometrica di cose necessarie all’allestimento di un banco, ho fatto la fatidica domanda a Michela: “ci saremo ricordate di prendere tutto?”, pensando ovviamente che, nonostante l’auto traboccasse di roba (tovaglie, banco, ogni genere di attrezzo, la merce in vendita, una “vetrina frigo” piena zeppa di cibo, carta igienica, un thermos di caffè, ecc…), avremmo sicuramente dimenticato “quella cosa che può sempre essere necessaria, ma che al momento ignoravamo servisse”.

Dopo un’oretta di viaggio spezzata da una breve sosta per una sana colazione alla faccia della dieta, siamo arrivate tra le più puntuali.
Abbiamo montato il banchetto (riapassando le mosse della “prova banco” del giorno precedente) in tutta velocità, salvo poi perdere tempo nell’issaggio di due aste e una corda, per l’esposizione dei cuoricini di stoffa. Michela, dopo aver tirato fuori delle corde da marinaio dalla sua preziosa cassettina degli attrezzi (sono sicura che funzioni tipo un cilindro del mago, dove la roba la tiri fuori da un doppio fondo invisibile), voleva fermare le aste ad un palone della copertura del mercato, ma sono riuscita a farle cambiare idea per la mancanza di una scala di 18 metri!

Poi è seguito l’allestimento del banco cercando di mostrare tutte le nostre cosine nel modo più accattivante possibile,  e ad un tratto, abbiamo scoperto cos’era quella “cosa ” che avevamo dimenticato di prendere: una tavola di legno per ampliare il nostro banchetto, vista l’abbondanza della roba da esporre.
Per fortuna poco dopo, in un giro d’ispezione, sono riuscita a scovare e comperare un baule di legno vecchissimo, al prezzo di un vero affare.

Ecco qui la “Torta di tortine”, i “Quadretti di Michela” e le “Borsine di balla”:

tortonamichelaCIMG4954

Durante tutta la giornata abbiamo maledetto la nostra postazione, ottima da un punto di vista strategico (centrali, vicino alla via di incocio di due padiglioni), ma di fianco ad un banco che vendeva salumi e porchetta dal profumo così inebriante che avrebbe fatto rinvivire un morto. Autoconvincendoci a vicenda, siamo riuscite per l’intera giornata a cibarci solo di insalata, macedonia congelata (grazie alla vicinanza con gli aggeggi che si tengono in congelatore per tener fresche le cose), riso pillo (mattonato), gallette di mais e altri snack insipidi, sognando peraltro di agguantare dal banco delle delizie una salsiccia cruda e strapparla a morsi. Non ci siamo fatte mancare una bordolese di vino però, tracannato a sorsetti in mezzo pomeriggio.  Sono seguite le visite di amici e parenti e le mie risate fragorose che ogni volta facevano girare la gente.

In tarda serata, abbiamo ceduto alla tentazione: un panino con la porchetta. Quando ce vò ce vò !

Mi sento felice, serena e soddisfatta… altro che di ritorno da una crociera Costa!

Carrello